Proinfluent expert de LinkedIn marketing BtoB (anciennement Linkinfluent)

Il tuo titolo LinkedIn fa schifo?

Il titolo del profilo LinkedIn fa schifo

Sommaire

Sommaire

È questo che il tuo titolo LinkedIn fa schifo?

Su LinkedIn sei visibile a milioni di persone Utenti di Internet. Che tu sia un dipendente, manager, indipendente, venditore sociale o beh, semplicemente alla ricerca di un nuovo lavoro, usa LinkedIn correttamente può aprirti molte porte e rendere il tuo attività commerciale!

Qui sul blog di Proinfluent , ti do molti consigli affinché tu possa utilizzare LinkedIn nel modo giusto in base ai tuoi obiettivi e alle tue motivazioni. Tra questi c’è la Checklist per avere un profilo LinkedIn perfetto , che puoi scaricare gratuitamente. Uno degli elementi cruciali di questo elenco compilato per avere un profilo LinkedIn perfetto è il titolo del tuo profilo LinkedIn.

Non commettere errori, il titolo del tuo profilo LinkedIn non è solo una serie di parole. La sua importanza è capitale, sia per la referenziazione del tuo profilo sui motori di ricerca ricerca, o semplicemente per fornire agli utenti di Internet il diritto informazioni su di te.

In questo articolo ci concentreremo su le caratteristiche che rendono il tuo titolo LinkedIn un titolo nullo. Se tu riconoscere in uno o più titoli delle parti dell’articolo… Questo significa che dovrai cambiare il tuo titolo LinkedIn al più presto!

1. Il tuo titolo LinkedIn fa schifo se non contiene parole chiave

Se c’è una cosa utile da sapere su LinkedIn, è che il social network è molto ben posizionato in termini di posizionamento nei motori di ricerca. Sapere questo è sapere che è necessario aumentare la tua visibilità per inserire parole chiave nel tuo titolo LinkedIn.

Leggi anche: come referenziare correttamente il tuo profilo LinkedIn su Google .

Inoltre, leggendo il tuo titolo LinkedIn, Gli utenti di Internet avranno un’idea molto precisa del campo in cui ti trovi intervenire. Facciamo un esempio specifico per capire meglio il principio.

Immaginiamo di essere un rappresentante di vendita in una PMI di macchinari industriali. Se includi nel tuo titolo LinkedIn “Sales at SystemeMécanique”, i visitatori che consultano il tuo profilo LinkedIn avranno solo una vaga idea della tua area di competenza. Ora immagina una persona in una posizione simile alla tua il cui titolo LinkedIn sarebbe “Commerciale -BtoB – Consulenza, vendita e installazione di macchine utensili industriali – Ti aiuto ad aumentare la qualità e la produttività della tua fabbrica””. Secondo te, a quale profilo si rivolgerebbe un potenziale cliente interessato a cambiare le proprie macchine?

2. Il tuo titolo LinkedIn è nullo se viene copiato da altri titoli

Un titolo LinkedIn è uno dei primissimi cose che un visitatore noterà e si prenderà il tempo per studiare. Se lui assomiglia agli ultimi trecento titoli visti da un potenziale cliente, reclutatore, ecc., le possibilità di ottenere attenzione sono quasi nulle. Bisogna è imperativo che il tuo titolo LinkedIn si distingua per essere ricordato e non solo visto!

Ti mancava l’ispirazione quando compilato le sezioni del tuo profilo LinkedIn e hai “Copiato” dai tuoi colleghi per riempire il tuo titolo LinkedIn? L’idea è buona per risparmiare tempo, ma da un punto di vista qualitativo per la tua visibilità è già molto inferiore.

Idealmente, prova ad aggiungere qualcosa che ti caratterizzi e indichi informazioni aggiuntive (e utili!) sul tuo account. Nel tuo titolo LinkedIn, puoi ad esempio aggiungere la tua posizione, un tratto professionale, un preventivo, ecc. Tutto ciò che può distinguerti dalla massa è il benvenuto, purché sia rilevante per coloro che visitano il tuo profilo.

3. Il tuo titolo LinkedIn è nullo se non è indirizzato al tuo pubblico di destinazione

Se sei presente su LinkedIn , è soprattutto per essere visibile al tuo target, chiunque esso sia. Stai cercando un lavoro e speri di affidarti a LinkedIn per aiutarti? Sei un imprenditore alla ricerca di nuovi prospect da convertire in clienti ? Indipendentemente da ciò, affinché la tua presenza su LinkedIn porti frutto e ti aiuti a raggiungere i tuoi obiettivi, la parola chiave qui è VISIBILITÀ. Ma attenzione, non solo uno!

Devi essere visibile al tuo obiettivo. È un elemento fondamentale. Altrimenti, come ti aspetti di essere contattato da brava gente ? Il tuo titolo LinkedIn fa parte dell’equazione.

Per ottimizzare il tuo titolo LinkedIn e per essere visibile al tuo pubblico di destinazione, usa parole che il tuo pubblico conosce, e che riguardano:

  • Ai suoi problemi (che puoi risolvere, ovviamente!);
  • Al suo campo di attività (un aggettivo ben piazzato può fare la differenza in una frase);
  • Al vocabolario specifico che usa;
  • Qualsiasi altra cosa che pensi sia saggio portare al tuo pubblico in base alle sue caratteristiche.

Sarebbe un peccato penalizzare la tua attività su LinkedIn a causa di dettagli a cui non hai dedicato del tempo espandi nel tuo titolo LinkedIn. Interagisci attraverso il tuo titolo LinkedIn con il tuo target è uno di quei dettagli. Così attirerai maggiore attenzione da parte delle persone che contano nel raggiungimento del tuo Obiettivi.

4. Il tuo titolo LinkedIn fa schifo se esageri

Come dice il proverbio: “Il troppo è come non abbastanza. “. Per riflettere mentre vai avanti LinkedIn. Nel tuo titolo LinkedIn, se vedessimo che era improduttivo essere troppo vago, non mettere abbastanza, sappi che è anche controproducente farne tonnellate e proclamarsi capo dell’universo di vendite, o il grande guru unificante dell’imprenditorialità (o altri!).

Fare troppo nel tuo titolo LinkedIn può essere percepita come una mancanza di pudore da chi vi consulterà profilo. Anche se operi in un settore competitivo, mantienilo semplice, comprensibile e soprattutto accessibile ai visitatori del tuo profilo LinkedIn.

Quindi quali sono i risultati per il tuo titolo LinkedIn? Fa schifo o, al contrario, hai seguito i consigli del blog Proinfluent e hai ottenuto un titolo di profilo LinkedIn fantastico? Indipendentemente da ciò, non è mai troppo tardi per adattare al meglio il tuo titolo LinkedIn e ottenere visibilità con le persone nel tuo mercato di riferimento.

5. Titolo del profilo LinkedIn: in sintesi

  • Il tuo titolo LinkedIn non dovrebbe essere trascurato. È parte integrante del tuo profilo LinkedIn e dovrebbe essere particolarmente curato.
  • Pensa alle parole chiave per il titolo del tuo profilo LinkedIn
  • Distinguiti dalla concorrenza avendo un titolo che si distingue. A volte basta una sola parola!

E poiché il titolo è uno dei 32 punti da migliorare per avere un profilo LinkedIn perfetto, sarebbe un peccato perdere la checklist gratuita da scaricare per un profilo LinkedIn fino a 50 volte più efficace !

Cet article a été publié en premier sur https://www.proinfluent.com/

Vous avez trouvé une faute d’orthographe dans cet article ? Vous pouvez nous en faire part en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée .

Vous aimez cet article ? Aidez-moi en le partageant !

Share on linkedin
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on facebook
Share on pinterest
Share on email
Yannick Bouissière Expert LinkedIn

Qui est Yannick BOUISSIERE ?

Considéré comme l’expert LinkedIn™ n°1 en francophonie, j’ai aidé plus de 10 000 personnes à améliorer leur visibilité sur LinkedIn™ et à générer de réelles opportunités professionnelles.

J'accompagne et forme :
1. les professionnels à attirer et trouver des clients B2B sur les 5 prochaines années sans débourser un centime en publicité,
2. les professionnels à métamorphoser leur profil LinkedIn™ pour qu'il convertisse les visiteurs en prospects,
3. les professionnels à trouver l'emploi de leur rêve.

Enfin, nous vous aidons à vous libérer de 97% du temps de prospection commerciale BtoB grâce à la prospection commerciale externalisée. Et ce, avec une Triple Garantie 100% Résultats.

Voici nos formations LinkedIn™ et nos services de prospection & marketing BtoB.

Si vous découvrez ce site pour la première fois, suivez notre formation LinkedIn gratuite.

Bonne lecture !

Spelling error report

The following text will be sent to our editors: