Dwell time, definizione e come ottimizzarlo su LinkedIn™?

dwell time

Sommaire

Sommaire

Sentite parlare regolarmente di dwell time, ma non capite cosa sia? Come funziona e come influisce sulle vostre pubblicazioni su LinkedIn™? Scoprite subito cos’è e come sfruttarlo su LinkedIn™, compreso :

  • Scrivere post attraenti;
  • Favorire alcuni tipi di post.
Dwell time, definizione e come ottimizzarlo su LinkedIn™?

Dwell time, definizione

Il tempo di permanenza è un termine utilizzato per descrivere il tempo che un utente trascorre sul vostro sito web. È un algoritmo che calcola il tempo che un utente trascorre sulla vostra pagina web. Tuttavia, è molto più preciso di così. In effetti, è il tempo che intercorre tra il momento in cui il visitatore clicca sul vostro sito web e il momento in cui ritorna ai risultati della ricerca (SERP – Search Engine Result Page).

Si tratta di una metrica importante che influenza il vostro posizionamento su Google™. Un indicatore di performance che determina la qualità dell’esperienza dell’utente sul vostro sito web e quindi la qualità dei vostri contenuti. Infatti, se gli utenti cliccano sul vostro link, ma non si soffermano sulla vostra pagina e tornano rapidamente ai risultati del motore di ricerca, è perché non hanno trovato le informazioni che volevano! Questo invia a Google™ il segnale che il vostro contenuto non è all’altezza di quella query (cosa che ogni creatore di contenuti cerca di evitare).

dwell time

Inoltre, il tempo di permanenza è diverso dalla frequenza di rimbalzo, che è il numero di visitatori che visitano una singola pagina del vostro sito web, diviso per il numero totale di visitatori (frequenza di rimbalzo = visitatori che visitano una singola pagina web / numero totale di visitatori del sito web).

Fate attenzione a non confondere il tempo di permanenza con il numero di visualizzazioni e il tasso di clic delle vostre pagine e siti web. È il tempo trascorso sulla pagina in questione a influenzare il tempo di permanenza.

Il dwell time su LinkedIn

Come funziona il dwell time su LinkedIn™?

Anche il tempo di permanenza è un elemento importante dell’algoritmo del social network LinkedIn™. È stato adottato dagli ingegneri di LinkedIn™ con l’obiettivo di offrire post pertinenti agli utenti. Per soddisfare l’esperienza dell’utente, LinkedIn™ offre suggerimenti per i post basati su diversi criteri, come il profilo della persona, la sua connessione con l’autore, il momento della connessione, ecc.

La vera domanda è quali sono i post più apprezzati dalla comunità, sapendo che :

  • Sui social network, i like e i commenti possono essere falsificati, soprattutto grazie ai pod di LinkedIn™.
  • E che anche il tasso di click-through è da prendere con le molle, perché le persone possono cliccare per errore o rimanere per qualche secondo e tornare alla pagina precedente.

Il tempo di permanenza tiene quindi conto del tempo reale trascorso da un visitatore su una pubblicazione. Un valore certo per determinare se il contenuto è piaciuto o meno.

Perché LinkedIn™ utilizza il dwell time?

La prima ragione della presenza di questo indicatore di performance su LinkedIn™, rimane quella di migliorare la rilevanza del news feed e di offrire agli utenti contenuti di qualità. L’obiettivo è quindi la soddisfazione del cliente.

Il tempo di permanenza è l’opposto dei pod di LinkedIn™. Questo indicatore contribuisce a porre fine all’impegno falsificato che i baccelli provocano. Se i membri di un gruppo possono mettere “mi piace”, commentare e condividere un post di LinkedIn™, non significa necessariamente che il post meriti tale successo. In questo modo, creano un immenso coinvolgimento artificiale intorno a un post, a scapito di altri articoli e post di qualità. Il tempo di permanenza aiuta a superare questi metodi in modo che ogni utente possa beneficiare di un feed di notizie rilevante e qualitativo.

dwell time

Tuttavia, c’è un’altra ragione per cui LinkedIn™ utilizza il tempo di permanenza. Dovete sapere che sul social network c’è un contenuto pubblicitario ogni 5 post. Più gli utenti scorrono, più LinkedIn™ massimizza le sue entrate! Offrendo contenuti di qualità agli utenti, la rete li incoraggia a rimanere più a lungo sulla piattaforma.

Come si può sfruttare il dwell time su LinkedIn™?

Scrivere post attraenti

In breve: più un post viene visualizzato, più viene considerato apprezzato dall’utente. Poi il post in questione viene incrementato e offerto ad altre persone.

Ma come potete ottimizzare i vostri contenuti per sfruttare il tempo di permanenza e ottenere maggiore visibilità sul social network più potente del mondo?

La risposta è semplice: si tratta di scrivere un post attraente, interessante, di qualità e lungo (in modo che le persone vi rimangano a lungo)! Sì, non c’è un segreto per sfruttare al meglio il tempo della pausa.

Esistono dei trucchi per rendere un post attraente su LinkedIn™. Ad esempio, l’inserimento di una o più immagini di qualità, l’ideazione di un titolo intrigante e la stesura di un testo scorrevole e piacevole aumenteranno le probabilità che il vostro post venga letto!

Scoprite i 7 segreti degli esperti per scrivere un post efficace su LinkedIn™!

Tuttavia, ci sono alcuni tipi di post su cui è meglio concentrarsi su LinkedIn™. Scopriteli nel resto dell’articolo!

I tipi di messaggi LinkedIn™ su cui concentrarsi

In generale, tutti i tipi di post possono essere supportati dal tempo di permanenza, purché siano pertinenti.

Alcuni sono naturalmente più attraenti e rendono più facile catturare l’obiettivo. Ad esempio, ci sono :

  • Giostre. Il loro punto di forza è che sono interattivi! L’utente deve cliccare sulla freccia per leggere il resto del post.
  • Video. Ha il vantaggio di iniziare non appena appare nel feed di LinkedIn™. Gli utenti tendono quindi a visualizzarlo senza un motivo particolare.
  • Sondaggi LinkedIn™. Basato su dati concreti e sorprendenti, il sondaggio promuove l’interazione e il coinvolgimento del pubblico.
dwell time

Dwell time per la conclusione

Il tempo di sosta è un algoritmo basato sul tempo. Tiene conto della durata di lettura di una pagina o di un post. Ritiene che più è alto, più è rilevante. In questo modo è in grado di sapere quali risultati di ricerca e quali pubblicazioni mettere in evidenza. Ecco i punti da ricordare :
  • Su LinkedIn™, il tempo di permanenza ci permette di offrire ai membri contenuti di migliore qualità che corrispondono ai loro profili.
  • Inoltre, combatte il successo dei pod di LinkedIn™ che falsificano il successo di un post, rendendone artificiale l’engagement.
  • Scrivere post interessanti è l’unico modo per sfruttare il tempo di permanenza su LinkedIn™.
  • Alcuni tipi di post sono più efficaci. È il caso di video, sondaggi e caroselli.

Dwell time per riassumere in 4 domande

Che cos'è il dwell time?

Dwell time in francese significa “tempo di permanenza”. È un algoritmo presente nei motori di ricerca come Google™, ma anche nei social network come LinkedIn™. Consiste nel calcolare il tempo di lettura di un post o di una pagina web prima di tornare ai risultati di ricerca (SERP).

Il tempo di permanenza si basa sul principio che se il visitatore trascorre del tempo sulla vostra pagina o sul vostro post, significa che ha trovato le informazioni che cercava e quindi che il contenuto è qualitativo. In questo modo, aumenta la sua visibilità.

Come si sfrutta il dwell time su LinkedIn™?

L’unico modo per sfruttare il tempo di permanenza su LinkedIn™ è offrire contenuti di qualità. Alcuni tipi di post traggono naturalmente vantaggio da una lettura più attraente o più lunga. Questo è il caso di:

  • Articoli di LinkedIn™ che approfondiscono un argomento;
  • Video, che si avviano automaticamente sul feed di notizie; ;
  • Caroselli, perché sono interattivi.

Quali sono gli indicatori di performance?

Conosciuti anche come KPI, gli indicatori di performance sono parametri di riferimento per valutare l’efficacia di una strategia. Ce ne sono diversi, eccone alcuni:

  • Percentuale di visitatori del vostro sito web;
  • Numero di pagine viste;
  • Tasso di click-through ;
  • Tasso di conversione;
  • Tempo di permanenza sulle vostre pagine web (dwell time).

Come funziona il dwell time su Google™?

Il tempo di permanenza calcola il tempo che un utente trascorre su un risultato di ricerca. Quindi, più alto è questo valore, più la pagina è considerata qualitativa. Google™ considera questo criterio e ne tiene conto per posizionare i risultati. Pertanto, il tempo di permanenza può essere considerato un criterio SEO.

Cet article a été publié en premier sur https://www.proinfluent.com/

Vous avez trouvé une faute d’orthographe dans cet article ? Vous pouvez nous en faire part en sélectionnant le texte en question et en appuyant sur Ctrl + Entrée .

Vous aimez cet article ? Aidez-nous en le partageant !

Yannick Bouissière Expert LinkedIn

Qui est Yannick BOUISSIERE ?

Considéré comme l’expert LinkedIn™ n°1 en francophonie, j’ai aidé plus de 10 000 personnes à améliorer leur visibilité sur LinkedIn™ et à générer de réelles opportunités professionnelles.

Comment Proinfluent peut vous aider ?

Nous accompagnons :
1. les professionnels à attirer et trouver des clients pros sur les 5 prochaines années sans débourser un centime en publicité,
2. les professionnels à métamorphoser leur profil LinkedIn™ pour qu'il convertisse les visiteurs en prospects,
3. les professionnels à trouver l'emploi de leur rêve.

Voici notre Méthode Proinfluent™ qui vous permet d'attirer des clients à volonté, sans forcer. Avec cet accompagnement, vous vous concentrez vous sur votre métier en vous libérant de la prospection !

Abonnez-vous à notre chaîne YouTube et regardez nos conseils en vidéo ici.

Enfin, Si vous découvrez ce site pour la première fois, suivez notre formation gratuite pour trouver des clients sur LinkedIn™ et recevez votre check-list pour un profil LinkedIn™ 20X plus efficace.

Bonne lecture !
Yannick Bouissière Expert LinkedIn

Qui est Yannick BOUISSIERE ?

Considéré comme l’expert LinkedIn™ n°1 en francophonie, j’ai aidé plus de 10 000 personnes à améliorer leur visibilité sur LinkedIn™ et à générer de réelles opportunités professionnelles.

J'accompagne et forme :
1. les professionnels à attirer et trouver des clients B2B sur les 5 prochaines années sans débourser un centime en publicité,
2. les professionnels à métamorphoser leur profil LinkedIn™ pour qu'il convertisse les visiteurs en prospects,
3. les professionnels à trouver l'emploi de leur rêve.

Enfin, nous vous aidons à vous libérer de 97% du temps de prospection commerciale BtoB grâce à la prospection commerciale externalisée. Et ce, avec une Triple Garantie 100% Résultats.

Voici nos formations LinkedIn™ et nos services de prospection & marketing BtoB.

Si vous découvrez ce site pour la première fois, suivez notre formation LinkedIn gratuite.

Bonne lecture !

Spelling error report

The following text will be sent to our editors: