Cerca
Close this search box.

Tormentone LinkedIn™: 8 consigli e 10 esempi per distinguersi!

Sommaire

Sommaire

Volete distinguervi dai milioni di profili LinkedIn™ per attirare clienti o un reclutatore? Avete notato che non è così facile! Per aiutarvi a distinguervi dalla massa, questo articolo vi mostrerà come convincere i visitatori a seguirvi. E per questo è essenziale scrivere una frase d’effetto su LinkedIn™. È la frase che mettete per prima, un messaggio sempre visibile, accanto alla vostra foto o all’inizio delle informazioni del vostro profilo. Ecco quindi 8 consigli e 10 esempi per fare la differenza.

Tormentone LinkedIn™

Tormentone: il segreto del social network

Sui social network, come Facebook™, Instagram™, Twitter™, LinkedIn™ e persino Youtube™, la tagline è di fondamentale importanza.

Oltre all’immagine e al titolo, le prime parole sono spesso le uniche visibili nelle sezioni del profilo, nei risultati di ricerca o per un articolo.

La maggior parte degli utenti legge con riferimenti incrociati, il che aumenta l’importanza delle prime frasi. Alla fine, sono spesso queste frasi ad effetto o un riassunto efficace a scatenare il desiderio di soffermarsi sul vostro post per saperne di più o contattarvi. Questi piccoli messaggi abbinati a una bella immagine sono un successo. Alla fine dell’articolo abbiamo preparato alcuni esempi concreti a cui ispirarsi.

La frase a effetto nel sommario del profilo LinkedIn™, a cosa serve?

Nel profilo LinkedIn™ è possibile inserire una frase ad effetto in due punti strategici:

  • Nell’introduzione, cioè nel titolo del profilo.
  • Nella sezione “about” o “info”.

L’introduzione è ciò che gli spettatori vedono accanto alla foto del membro di LinkedIn™, ma sono visibili solo il nome, il cognome e le prime parole del titolo del profilo.

Per quanto riguarda la sezione “Informazioni”, essa appare solo quando si scopre la pagina del profilo, ma non completamente. E per quanto riguarda un post, sono visibili solo due o tre righe, quindi bisogna essere incisivi fin dalle prime parole.

8 consigli per una tagline efficace

Per un sommario LinkedIn™, un’introduzione al profilo, un sommario su o un post, i ganci devono essere lavorati meticolosamente. Nel menu, vi offro 10 consigli per evitare qualsiasi situazione.

1. Preparatevi bene prima di scrivere per LinkedIn™.

Per essere letti bisogna essere brevi, ma anche colpire nel segno. Per farlo, è essenziale essere ben preparati.

Per aiutare i professionisti di LinkedIn™, esistono strategie di marketing collaudate come la tecnica delle 5W: Who, Why, When, What, Where.

  1. Chi: chi è il pubblico di riferimento?
  2. Perché: perché dovrebbero contattarvi? Investire nella vostra soluzione? Acquistare questo prodotto?
  3. Quando: quando dobbiamo agire?
  4. Cosa: quali sono i vantaggi dei vostri prodotti/servizi?
  5. Dove: dove possiamo ottenere informazioni?
Tormentone LinkedIn™

Chiedetevi chi è il vostro pubblico di riferimento (il vostro buyer persona), qual è il vostro messaggio principale e cosa potrebbe motivare le persone a leggere il vostro profilo o post su LinkedIn™.

Una tagline LinkedIn™ di successo dovrebbe:

  • Attirare l’attenzione;
  • Trasmettere il messaggio;
  • Raggiungere il cuore del suo obiettivo.

2. Utilizzate la struttura del lancio di una start-up

Il pitch, utilizzato dalle start-up per trovare rapidamente investitori, ha una struttura chiara che può essere utilizzata come base per la sua sintesi:

  • Tormentone ;
  • Proposta di valore;
  • Invito all’azione.

L’obiettivo è lo stesso dei teaser di LinkedIn™: spiegare la proposta di valore nel modo più chiaro possibile e nel minor tempo possibile.

Non dimenticate di far seguire al vostro approccio un contenuto interessante e un appello per convertire il visitatore in un prospect o convincere un selezionatore..

3. Inserire alcune parole chiave

Anche per la tagline del sommario del profilo LinkedIn™, le parole chiave sono essenziali. LinkedIn™ è ben referenziato su Google™. Quindi, quando si digita un nome professionale su un motore di ricerca, il profilo LinkedIn™ viene solitamente visualizzato per primo. Inserendo le parole chiave in modo oculato, si massimizzano le possibilità di comparire tra i primi risultati delle ricerche.

Il sito web Ubersuggest è molto utile per trovare parole chiave pertinenti.

4. Usare un tono personale

Il riassunto del profilo non è un CV, evitate di descriverlo, fatelo sentire.

Fin dalle prime parole, vi suggerisco di usare un tono personale, utilizzando la prima persona singolare. Questo tono crea vicinanza e permette di mostrare la propria personalità. E oggi questo è il segreto per ottenere i like e incoraggiare le persone ad andare oltre sui profili e sui post.

Tormentone LinkedIn™

Il lettore deve potersi identificare con voi, perché il vostro stile è originale, personale e autentico. Parlate del vostro lavoro, del vostro background e delle vostre esperienze come se conosceste qualcuno. Trasmettete la passione che vi anima e vedrete che qualcosa accadrà.

5. Svegliare gli utenti di Internet

Non so se l’avete notato, ma sui social network siamo spesso in uno stato di limbo e il sovraccarico di informazioni ci porta a sfogliare e scorrere da un profilo LinkedIn™ all’altro senza leggere veramente. Di conseguenza, interessarsi a qualcuno e leggere il suo riassunto è una sorta di campanello d’allarme.

Cosa lo scatena?

Non fate quello che fanno gli altri: l’originalità, segno di una mente creativa, è innegabilmente attraente. Siate lunghi quando gli altri sono corti, raccontate una storia quando gli altri recitano il loro CV…

È più efficace provocare un’emozione che descriverla. Perché? Perché siamo diversi e un sentimento non può essere imposto.

Ad esempio, se scrivo nella tagline “Sono un HR Influencer, LinkedIn™ Strategy Specialist”, avrà un tono da CV e sarà meno efficace che se scrivessi: “Il mondo ha bisogno di esseri umani che parlano come esseri umani”.

6. Ispiratevi agli altri (ma non copiate!!)

Questo è ciò che faremo più avanti in questo articolo con gli esempi tratti da LinkedIn™. Ovviamente non c’è niente di meglio dell’esempio del migliore. Non si tratta di copiare, ma solo di ispirarsi ai tormentoni di LinkedIn™. Scegliete quelli che sembrano adattarsi alla vostra personalità e che corrispondono al vostro obiettivo. Quindi, analizzate attentamente la loro tecnica per riprodurla con le vostre parole. Un’idea tira l’altra e l’ispirazione vi permette di innovare a vostra volta, spesso senza che ve ne rendiate conto!

7. Cura dell’ortografia

Gli errori francesi in un riassunto di LinkedIn™, o in una semplice frase ad effetto, fanno pensare a chi vi legge che non siate seri o professionali. Infatti, anche se non siete molto bravi nell’ortografia o nella grammatica, non fare lo sforzo di usare strumenti validi o di chiedere aiuto per correggere contenuti importanti dà l’impressione che siate sciatti nel vostro lavoro. Questo può scoraggiare i reclutatori o i futuri clienti!

Tormentone LinkedIn™

Questo è uno dei dieci errori da evitare su LinkedIn™, leggi il nostro articolo!

8. Ricordate che siete su un social network

Non dimenticate le emoji, che su LinkedIn™ aiutano a rafforzare l’aspetto amichevole e la complicità con i vostri lettori. Attenzione però, non usate la stessa familiarità per un designer, un consulente, un selezionatore o un commercialista.

Le emoticon vengono utilizzate anche per strutturare i contenuti.

10 idee ed esempi di frasi ad effetto per LinkedIn™.

Esistono molte tecniche per scrivere una frase accattivante.

1. La narrazione

La tecnica dello storytelling è eccellente come primo approccio, perché suscita la curiosità dei visitatori e li incoraggia a cercare il resto della storia.

Tormentone LinkedIn™

La motivazione che spinge a scoprire il vostro profilo o i vostri contenuti è la stessa che spinge a guardare un film o a leggere un romanzo: la vostra storia viene presentata come un’avventura insolita.

Ad esempio: “All’inizio della mia carriera ho avuto la fortuna di partecipare a (…). È stata un’esperienza incredibile e mi è piaciuta molto. Da allora, ne ho fatto il mio lavoro.

2. La lettera di presentazione in breve

Sui loro profili LinkedIn™, alcuni scelgono, come introduzione, di scrivere tre righe ben visibili che sono una sorta di riassunto della lettera di presentazione.

Infatti, questo tipo di discorso vi permette di presentarvi e di far capire ai visitatori cosa potete offrire loro. Ad esempio: “Come esperto di (…), ho l’ambizione di (…). Ho imparato le tecniche di (…), che permettono alla vostra azienda di (…)”.

3. L’empatia

Più efficace di una lunga argomentazione, non c’è niente di meglio dell’empatia per attirare l’attenzione sul vostro profilo. Questa è la scelta di Tiana, che fa tutto questo in due righe con le emoji e fa venire voglia di lavorare con lei:

Tormentone LinkedIn™

4. Il problema che ci sfida

Potete attirare le persone con il problema che il vostro post solleva o con quello che si riferisce alla vostra persona per convincere i potenziali clienti a leggere il riepilogo del vostro profilo.

In questo caso, ad esempio, Rado sottolinea i problemi attuali del suo gruppo target all’inizio della sua sintesi. Quale problema è più frustrante e difficile della ricerca di clienti?

5. Il legame con l’esperto

Quando si vuole fare rete o quando si cerca un esperto, l’attenzione si concentra spesso sulle frasi ad effetto che rassicurano sulle proprie capacità. Ma ho scoperto che è difficile distinguersi in questo campo, occorre ancora un po’ di empatia.

Tormentone LinkedIn™

In questo esempio, si possono notare i seguenti elementi di fiducia: “3 GARANZIE DI RISULTATO”, “99% dei dirigenti soddisfatti” e “Tripla garanzia di risultato”.

6. L’esperienza

Allo stesso modo, mostrare la propria esperienza in una frase fa sempre effetto. Ad esempio, “Con oltre 10 anni di esperienza in Internet e nel settore digitale, ho una visione reale del WEB”.

7. Le cifre

L’aggiunta di un numero permette di progettare ganci formidabili, perché i numeri hanno un simbolismo e sono utilizzati fin dalla notte dei tempi (i dieci comandamenti): “5 consigli professionali per la tua pagina web” o “Le 10 qualità più ricercate dai selezionatori”. È la promessa di una lettura facile e ben organizzata.

8. Inserire una CTA

A volte l’invito all’azione viene inserito direttamente nel teaser.

Esempio di CTA nell’introduzione del profilo di Yannick Bouissière:

✔Generare 1 appuntamento al giorno per meno di 1€ per persona target contattata ✔99% di dirigenti soddisfatti ✔Garanzia di risultati tripli ➤ Vuoi XXX BtoB? Generare un flusso costante di contatti? Continuate a leggere e seguite il mio corso di formazione gratuito: www.proinfluent.com | contact@proinfluent.com – NON AFFILIATO CON LINKEDIN 

Questa introduzione va contro molti dei consigli che si trovano in rete: contenuti lunghi, ma ariosi, con l’uso di simboli e un’avvertenza in lettere maiuscole. La CTA invita a cliccare sul suo link per saperne di più sul corso.

Tormentone LinkedIn™

9. La proposta di valore

L’idea di questo tipo di tagline è di attirare l’attenzione direttamente sulla sua proposta di valore. Per esperienza, il valore aggiunto è probabilmente l’elemento più importante che incoraggia le persone ad andare oltre.

Per esempio, ecco cosa ha scritto Estelle:

Tormentone LinkedIn™

In una o due righe, annuncia il colore. Sapete cosa si propone di fare per voi, e si distingue dai tanti profili che si limitano a pubblicizzare il loro lavoro.

10. La saggezza

Scrivere una frase piena di saggezza, alla maniera di un coach o di un mentore, è più efficace di molti messaggi. Mostrate le vostre risorse: esperienza, padronanza della lingua con la sua formattazione e profondità di pensiero.

Esempi: “Ti accompagno a rivelarti”. “Preparo i talenti per (…).

11. Bonus

Altri consigli efficaci per migliorare il vostro profilo LinkedIn™:

Il tormentone LinkedIn™ in conclusione

Un buon tormentone richiede creatività, empatia e deve essere rilevante per il vostro pubblico di riferimento. Siate brillanti, entusiasti e mostrate le vostre capacità e il vostro know-how con un minimo di parole..

Ecco i nostri 8 consigli :

  • Preparatevi bene prima di scrivere per LinkedIn™. ;
  • Utilizzate la struttura del lancio di una start-up ;
  • Inserire alcune parole chiave ;
  • Usare un tono personale ;
  • Svegliare gli utenti di Internet ;
  • Ispiratevi agli altri (ma non copiate!!) ;
  • Cura dell’ortografia ;
  • Ricordate che siete su un social network.

Il tormentone di LinkedIn™, da riassumere in 4 domande.

Perché abbiamo bisogno di una frase ad effetto?

È necessario un buon aggancio nel sommario o nell’introduzione del profilo per :

  • Attirare l’attenzione;
  • Incoraggiate le persone a leggere il loro profilo o il contenuto del loro post in modo approfondito;
  • Fare una buona prima impressione.

Come scrivere una buona tagline?

  • Preparatevi bene pensando al vostro messaggio e al vostro pubblico di riferimento.
  • La tagline deve precedere la proposta di valore e l’invito all’azione.
  • Utilizzate le parole chiave giuste.
  • Parlare in prima persona per creare vicinanza.
  • Risvegliare l’utente di Internet con un approccio originale e sorprendente.
  • Ispirarsi agli altri senza copiare.
  • Prendetevi cura della vostra ortografia.
  • Utilizzate le emoji per trasmettere emozioni e per strutturare il contenuto.

Quali sono i tipi di tagline su LinkedIn™?

  • Storytelling, raccontare la propria storia come una grande avventura umana.
  • Lettera di presentazione in breve.
  • Empatia: usare parole toccanti che evocano simpatia.
  • Problematico: presenta un problema interessante.
  • Garanzia di competenza: dimostrate di essere esperti nel vostro campo.
  • Esperienza: rassicurate con la vostra lunga esperienza.
  • Numeri: i numeri simbolici, tre, sette, dieci, dodici, sono utili per tracciare un segno.
  • Call To Action: un invito a un link interessante.
  • Proposta di valore: mostrare in una frase l’interesse di andare oltre.
  • Saggezza: darsi un’immagine di mentore.

Come si scrive un sommario del profilo LinkedIn™?

Utilizzate il formato collaudato della presentazione di una start-up:

  • Un tormentone potente.
  • Proposta di valore.
  • Invito all’azione.

Cet article a été publié en premier sur https://www.proinfluent.com

Ce contenu est protégé par un Copyright ainsi que le Droit d’Auteur sur Terre (et aussi dans l’Espace autour de la Terre). Vous ne pouvez pas le réutiliser sans autorisation écrite. Si vous souhaitez collaborer avec nous et/ou réutiliser notre contenu, contactez notre équipe éditoriale sur contact arobase proinfluent.com

Vous aimez cet article ? Aidez-nous en le partageant !

J'audite gratuitement votre situation

Sélectionnez le créneau de votre choix dans mon agenda 👉